Derek Silverstar

Da Faerun's Legends.
DerekWiki1.jpg

Descrizione Fisica[modifica sorgente]

Alto un metro e ottanta, ha un fisico robusto che non lascia dubbi sul fatto che sia stato forgiato nel corso di innumerevoli scontri. Un viso pulito con incastonati due occhi verdi dai quali traspare un animo gentile, mostra ne più ne meno che i suoi 19 anni; dai capelli castani, che da poco ha imparato a portar lunghi e ben curati, arricchisce il volto con un pizzetto che ritiene di buon gusto e perchè no: adeguato per darsi un certo tono data la sua giovane età.


Carattere[modifica sorgente]

Dal carattere deciso ed impavido, può risultare un poco schivo sul nascere, ma sa essere un ottimo amico una volta conosciuto e fattosi conoscere, sa essere estremamente serio nei momenti che lo richiedono ma solitamente ama essere allegro e spensierato quando la vita gli concede momenti di pace e serenità in compagnia di coloro a cui è legato. Dall'intelligenza viva e sagace, non teme di dar voce ai suoi pensieri anche se rischia di essere sfrontato, non ama i fasti e la mondanità ma preferisce le cose semplici e la gente di "cuore", condividere una bevuta con un amico vale ben più di mille ricevimenti. A volte è facile a cambi di umore, e soffre incredibilmente il perdersi in chiacchiere ed elugubrazioni, motivo per cui non è particolarmente attirato da tutti coloro che fanno dell'oratoria un pregio, apprezzando molto più chi è pratico e deciso. In battaglia, però, diventa pianificatore ed attento stratega consapevole del fatto che il nemico va studiato ed affrontato con la testa prima che con la lama, il problema è che poi in situazioni critiche spesso si lascia guidare dall'istinto arrischiandosi oltremodo. Odia i disonesti, gli arroganti, i malvagi e soprattutto chi profitta dei deboli e degli indifesi.

Storia[modifica sorgente]

Nato 19 anni fà, in un minuscolo borgo al ridosso del Gate, poco più di un anno fà si trasferì presso la città dei Duchi lasciando la casa paterna. Qui conobbe "Susù" che nonostante l'imbarazzo provocatogli inizialmente, divenne poi sua amica e che in seguito gli avrebbe presentato, il suo compagno, Aresef Villalobos con il quale, ora, condivide una grande amicizia oltre che lo stesso credo, anche se in maniera ben diversa dall'ecclesiasta. Dopo una travagliata storia con il suo primo amore, Reisel che gli fù maestra ed amante, dopo la sua partenza per la Corte Elfica, non molto contento della vita a Baldur's Gate, quasi in punto di abbandonare la sua vita di avventuriero tentò di darsi un'ultima chance e diresse alla volta della Splendete. Fu lungo il viaggio che incontrò Eraven Ragon, con cui di li a poco si sarebbe legato a profonda amicizia. Giunto a Waterdeep, venne accolto come un figlio dai suoi cittadini, il fato forse per premiarlo lo aveva là condotto e gli fece conoscere quelli che ora sono diventati la sua nuova "famiglia": Eraven Ragon, il suo miglior amico, con cui condivide le insegne di "fidato" della guardia cittadina; la sacerdotessa Moeka con cui condivide un'amicizia particolare e molto intima, la giovane Funzionaria governativa Elise Chevalier, alla quale si è prestato, con piacere, a servire quale scorta in varie occasioni; il cantastorie Rhaleron Nihylent, con la sua compagna di vita Luinè, che oltre a donargli il buon umore ha saputo conquistare a breve la sua amicizia e a cui tiene particolarmente; la sacerdotessa di Dama Chioma di Fuoco, Seline; nella casa della quale alloggia e con la quale vive una storia travolgente di amore e passione, non con poca sofferenza ed imbarazzo nei confronti di Eraven. Da non molto ha stretto amicizia sincera con la giovane Uthgar; Samandra che considera, al pari dello Sciamano Vrong, una "illuminata" rispetto alla media della sua gente e che guarda con benevolenza e spirito fraterno e che ha particolarmente a cuore. Anche la giovane guardiaboschi Janitha Ganthy, conosciuta grazie a Konel Jadiram, ha conquistato un posto, molto particolare, nel suo cuore e non perde occasione per godere della sua compagnia appena gli è possibile.

Curiosità[modifica sorgente]

  • Ha con se una moneta in platino con cui non è raro vederlo giocarellare, moneta che reputa un portafortuna ma principalmente una promessa fatta a se stesso all'età di 10 anni ed alla quale ha sempre mantenuto fede.
  • Ha una frase che si ripete prima di uno scontro: "beh....è un buon giorno per morire...", la usa per sdrammatizzare e per ricordare a se stesso la caducità della vita.
  • Non è legato alla Chiesa Ufficiale di Torm, fede che sente come "sua" e "diversa" dai dogmi ufficiali.
  • Ama fornirsi di armi ed armature solo allo Zaffiro, da mastro Valten che reputa un vero maestro nell'arte della forgia ed al Grifone Rosso al Gate. Evita di acquistare altrove, piuttosto ordina lo stesso articolo ed attende paziente che venga forgiato senza badare al prezzo.
  • Si è unito alla Guardia Cittadina agli ordini dell'Aumarr Angeer, in quanto preso alla sprovvista dalla proposta di nomina a "fidato" ha ritenuto che quella fosse la migliore occasioni per saldare il suo debito d'onore con la buona gente di Waterdeep, cercando di vegliare sulla loro pace e serenità e restituendo loro un poco di tutto il "bene" che, quando ormai affranto e pronto a mollare tutto, gli aveva dato in maniera del tutto disinteressata al suo arrivo in città.

Gesta[modifica sorgente]

  • Anno 1381 CV: partecipa alla difesa di Waterdeep contro l'assedio di una flotta nemica, prendendo parte all'epica battaglia navale che vede i difensori affrontare oltre la flotta assediante anche un gran numero di mostri marini al servizio degli aggressori.
  • Anno 1381 CV: partito alla volta dell'Aglarond; insieme ai Guardiani della Trama, Yelenia Holimion ed i Paladini Tormiti Dace Silversun e Loic, affronta ed abbatte l'Alhoon, nel semipiano dove risiedeva, ponendo al contempo fine alla piaga dei Phaerrim e dei loro piani di distruzione del Toril.


Non tutti sanno che...[modifica sorgente]

  • Con l'amico Eraven Ragon, si è trovato ad abbattere tre draghi verdi in una rocambolesca avventura in cui entrambi hanno rischiato oltremodo la vita, avventura che ricorda con orgoglio e in cui crede di esser stato aiutato dalla mano del Giusto.
  • Insieme ad alcuni membri dei Kraken ha affrontato lo Slaad bianco.
  • Persosi nelle paludi del Mulhorand a seguito di varie vicissitudini, avvista da lontano degli strani draghi, dal colore simile a quello dell'ottone, o così gli parve, non ebbe mai l'ardire di avvicinarsi nonostante reputò di essere stato avvistato da quelle creature che semplicemente lo ignorarono.
  • Con l'amico Eraven Ragon, in viaggio tra il Calimshan ed il Lago dei Vapori, presso un villaggio dove tutti gli abitanti erano stati massacrati da una tribù di mezzorchi, dona la pace alle anime dei defunti che si aggiravano ancora nel villaggio, liberandoli dalla condanna a vagare in eterno su Toril. L'evento lo tocca profondamente, e gli dona una gran convinzione nel continuare a portare avanti la sua lotta in difesa dei deboli e dei bisognosi. Solo una di quelle anime non troverà la pace nonostante l'intervento dei due amici e forse non la troverà mai.
  • Riceve la nomina a "fidato" della Guardia Cittadina, per aver scoperto ed eliminato, in collaborazione con membri della Guardia, una cellula del Culto di Loviatar che aveva eretto il suo tempio negli scantinati di un'armeria al porto della Splendente.
  • Con i Kraken scorta un incantatore attraverso le rovine di Myth Drannor per la prima volta in vita sua, vedendo ciò che in pochi posson raccontare e rimanendone spaventato ma al tempo stesso affascinato...
  • Affronta il Signore elementale della Melma.
  • Affronta il Signore elementale dell'Acqua.
  • Affronta il Signore elementale della Terra.

Dicono di Lui...[modifica sorgente]

  • L'amico che tutti vorrebbero avere, sia davanti ad una birra che in mezzo alla battaglia. Divertente, ironico, leale; e disciplinatissimo, quando si tratta di sfoderare le armi. Averlo nella propria squadra, fin qui, è sempre stato una garanzia di successo, e non ho motivo di dubitare che possa essere sempre così! Aresef Villalobos
  • Che uomo.... cordiale, premuroso, divertente.. sa proprio come trattare le donne *sospira* se solo capisse che nel cuore dovrebbe averne solo una! Finirò col perdere la testa se parliamo ancora di lui *scrolla le spalle* beh... ah ! quasi dimenticavo! uno dei più valorosi combattenti che abbia conosciuto fin ora , stare con lui mi rende di certo più sicura.. anche se.. *gesticola* un pò piu pensierosa *ridacchia* Uh! eccolo che arriva! io e te non ci sam detti nulla eh! *ammicca* Janitha Ganthy
  • Sapete quando a volte parlando si dice la stessa parola o frase contemporaneamente ad un altro? In realtà non mi capita spesso, tranne che con Derek! Con lui potrei anche non parlare affatto, tanto stiamo comunque pensando le stesse cose! Scherzi a parte è un ottimo amico e in un certo senso potrei dire che compensiamo ognuno le mancanze dell'altro...e poi mi aiuta a scrivere i rapporti per Angeer! *Sorrisetto scherzoso* Eraven Ragon
  • Derek Silverstar: un cuore buono e pieno di coraggio al servizio del prossimo. Nonostante mi conoscesse appena mi è stato di sostegno nel momento del bisogno, mi adopererò al massimo perché la lama da lui donatami sia uno strumento di giustizia. *sorride fiero* Sarà un onore vegliare su Waterdeep al suo fianco. - Zaroasthar
  • Dietro quella parvenza di ragazzo semplice e bonario, si nasconde un cuore palpitante di passione, animato da un grande e meraviglioso sentimento di amore verso gli altri. Ergersi come scudo in difesa dei deboli, difendere ciò che si ama con la propria vita, donare un sorriso ed una carezza in un triste giorno di pioggia, condividere l’amore per la stessa persona e piangere il proprio dolore l’uno sulla spalla dell’altra… Come posso restare indifferente di fronte a tanta bontà d’animo? Come posso non amare qualcuno con cui ho condiviso il mio dolore più profondo… – Seline
  • Derek? *Si fa corrucciata, come a raccogliere le parole* Figlio di un Dio debole *Annuisce* Ma la forza è dentro se, non in chi lui prega e quindi io dico: ottimo guerriero, grande amico. Forse ha troppa pena per chi poca ne meriterebbe... Ma sono legata a lui, devo prenderlo come lui è. *Annuisce placida, e sorseggia dal boccale* - Samandra
  • Devi essere davvero un bastardo di prim'ordine per pensare male di Derek... Credo sia l'unica o una delle poche guardie che esistano nel Faerun, capace di capire quando è il momento di agire come tale e quando bisogna levarsi i gradi per mostrare un'umanità (o elficità o nanicità... Mi hai capito no?) che ormai sembra essersi persa. *si liscia i baffi* Grande combattente e amico di lunga data, credo che grazie a lui e ovviamente grazie anche a me il Faerun sia un posto migliore. *scola un calice di rhum doppio e immediatamente dopo sbatte la testa contro il tavolo completamente ciucco* Mardian Paramour
  • E' stato un compagno in diverse scorribande,un buon guerriero,so che posso fidarmi di lui come lui può di me...Konel Jadiram
  • Ah, Derek! Il triadico che non ti aspetti! In comune coi fedeli di Torm ha una grande bontà d'animo e una volontà ferrea... Per il resto, è decisamente fuori dagli schemi: all' evenienza è disposto a scatenarsi, mantenendo sempre una certa flemma, ma infischiandosene dell' etichetta. Attenti a non scherzare con lui o vi accorgerete che è uno che non esita a passare dalle parole ai fatti, soprattutto se con "fatti" si intende "prendervi a calci nel sedere". - Rhaleron Nihylent
  • Lince è un ragazzo sveglio, col doppio senso pronto e l'ipotetica scopa Tormita fuori dalle chiappe! E' il genere di persona a cui il mondo non ha mai mentito: gli ha insegnato fin troppo presto cosa sono i derelitti.. per questo gira spesso con noi, il manigoldo! Gli avrebbe fatto bene un'adolescenza di illusioni. E invece... il suo modo di fare del bene mi ricorda la furbizia di Zio Ziel, senza i reumatismi dell'età! Layla O'Doyle
  • Un buon cavaliere, di quelli che decidono di seguire la strada del giusto, del bello e dell'onesto: la strada che il mio Popolo indica. A volte i Seldarine scrivono cose difficili da capire, ma se lui è sulla mia strada, so che Corellon mi vuole aiutare. Gli altri umani dovrebbero seguirlo ed ascoltarlo poichè, tra gli uomini, lui rappresenta una delle migliori fioriture. Veksthanas Levhenar
  • Sembra un uomo molto duro e severo, ma in certe circostanze queste sono doti fondamentali che pochi uomini hanno, e lui sa gestirle in maniera esemplare. Spero di poter scoprire anche altro di lui. Toriel Vhanar
  • Un ragazzo dall'animo gentile con una particolare passione per le belle donne, se non sbaglio! Isil'lin
  • La prima impressione non è stata delle migliori ma fortunatamente mi ha dato modo di ricredermi: è un valoroso guerriero. - Keydon Bredan
  • L'avevo mal valutato al nostro primo incontro, forse complice anche la situazione estremamente delicata in cui eravamo. Si è rivelato un alleato capace e meno avventato la seconda volta che abbiamo avuto modo di collaborare, trovo abbia un buon modo d'agire visto che non esclude il compromesso per il raggiungimento dei suoi obiettivi. - Elerwen

Racconti dal forum Gdr[modifica sorgente]

Contatti[modifica sorgente]

  • MSN: fabrizio48@inwind.it