Giganti delle Pietre

Da Faerun's Legends.
gigantedellepietre.jpg
Ritratto Ingrandito


Aspetto[modifica sorgente]

Simile ad un uomo magro, dalla muscolatura tesa e marcata, il Gigante delle Pietre possiede tonalità di pigmentazione sul grigio, dalla pelle liscia e resistente. Ha un viso scarno, con occhi neri scavati nelle cavità oculari, conferendogli un'aria sinistra. Indossano indumenti in pelle, con colori tra il grigio ed il marrone. Gli adulti sono alti fino a 3,6 metri e pesano circa 750 chilogrammi. Sono particolarmente longevi, vivono anche fino a 800 anni, età rara per la maggior parte delle creature del Faerun.

Carattere[modifica sorgente]

Sono una razza che tende ad isolarsi, se non con i propri simili. Per questo sono reputati da molti come bestie selvagge, rozzi lanciatori di rocce. In realtà i giganti delle Pietre sono creature dall'innato senso artistico. Infatti molti di loro dipingono, altri scolpiscono la pietra, altri ancora suonano con flauti e tamburi di pietra. Una volta presa confidenza, sono esseri giocosi, sopratutto la notte, in cui organizzano varie attività per mettere in gioco e alla prova la loro forza. Un gioco tipico di queste bestie, consiste nello scagliarsi addosso macigni, vincendo in virtù del maggior numero d'avversari colpiti; proprio i racconti di alcuni testimoni riguardo questo gioco, gli hanno conferito fama di selvaggi.

Averi[modifica sorgente]

Le loro borse contengono molte rocce da scagliare, oggetti comuni e ricchezze personali. La maggior parte dei beni sono fatti in pietra.

Combattimento[modifica sorgente]

In combattimento cercano di tenersi a distanza evitando lo scontro corpo a corpo. Quando viene intrapreso utilizzano giganteschi randelli di roccia. Proprio grazie alla loro carnagione simile alle pareti rocciose, questi giganti spesso cercano di confondersi con la pietra stessa, per poi scagliare improvvisamente macigni su i malcapitati. Molti giganti di Pietra sono incantatori dai poteri innati.

Società[modifica sorgente]

Si insediano in caverne profonde su catene rocciose, in cui è spesso compagno il sibilo del vento. Non vivono in enormi comunità, quanto più in gruppi, ciò nonostante si mantengono vicini l'uno all'altro, in caso fosse necessario un intervento di massa per la propria protezione. Normalmente, le loro tane sono vicine a quattro o cinque altri gruppi. Vi sono anche giganti eremiti, particolarmente anziani, che decidono d'isolarsi in contemplazione e nella creazione d'opere artistiche. Le cominità di Giganti delle Pietre vie di caccia e pascoli di animali montani, come pecore o capre. Commerciano spesso con altre razze, scambiando la pietra con tessuti e manufatti vari. I rari gruppi di giganti malvagi, si gettano in razzie o pongono pedaggi su passaggi montani.

Nota[modifica sorgente]

Il materiale in uso è sottoposto a copyright, per maggiori informazioni: http://www.d20srd.org/ogl.htm