Lat Nam Rehel

Da Faerun's Legends.
"Immagine 120 x 120 pixel"
["Link immagine ingrandita" Ritratto Ingrandito]

Descrizione Fisica[modifica sorgente]

Lat Nam Rehel è una umana appena entrata in età adulta. Sebbene non sia molto alta, ha delle proporzioni morbide e molto piacevoli, un viso ovale incorniciato da una massa di capelli rossi e due occhi verdi sottili; la pelle è chiara, senza difetti o efelidi, eccezione fatta per una minuscola cicatrice, solitamente nascosta dai vestiti.

Storia[modifica sorgente]

Lat Nam nasce in un posto genericamente "ad est" del Cormyr, anche se è difficile risalire alla sua esatta origine, e la ragazza la tiene accuratamente nascosta. Nata in una numerosa famiglia, terza di cinque figli, all'età di otto anni venne affidata ad una ricca famiglia mercantile carovaniera, affinché fosse istruita come dama di compagnia per la loro figlia minore, poco più giovane di Lat Nam. Fino ai suoi ventitré anni, Lat Nam prestò servizio presso questa famiglia, poi gli eventi della vita la portarono in Sembia; da qui, alla locanda del Toro Blu conobbe la maga Kaia di Messemprar, che la prese al suo seguito come interprete, portandola nel Cormyr.

Nella terra dei draghi, Lat Nam lavorò dapprima come interprete per Kaia di Messemprar, poi come cameriera presso la locanda delle fauci del drago. Infine, prese servizio come governante presso la dimora del capitano della guardia Reclef Shezaar, dove rimase fino al matrimonio di lui con Dilwen Keiras.

In seguito al congedo da casa del capitano, Lat Nam iniziò a girovagare per le terre di pietra e la costa della spada. Iniziò ad affermarsi come artista, arrivando a ricevere un invito a visitare l'accademia di Nuova Olamn.

Rassicurata da queste conferme, Lat Nam fece ritorno nella città di Suzail, dove acquistò un intero edificio per realizzare un suo progetto; in questo modo nacque il Fenice Piccola, il più piccolo teatro privato del Cormyr, dove Lat Nam presenta in anteprima, per i propri amici, i suoi componimenti.

Curiosità[modifica sorgente]

  • Lat Nam è addestrata a fare molte cose, ma ha una passione per i libri: li scrive, li colleziona, li traduce.

Gesta d'Ambientazione[modifica sorgente]

Gesta[modifica sorgente]

  • Viene insignita del titolo di Araldo delle Terre di Pietra dal Barone Barden.

Non tutti sanno che...[modifica sorgente]

  • Ha ricevuto un invito a visitare la Nuova Olamn.
  • Le fu proposto di essere venduta a Skull Port per recuperare una ragazza, convinti che Lat Nam avesse poi le abilità di fuggire da quel posto.
  • Nella sua insolita maniera di fare le cose, si propose ad un uomo, e questi la rifiutò.
  • Entra ed esce a suo piacimento dalla fortezza della baronia delle Terre di Pietra, autorizzata dal barone Barden.
  • Durante l'assedio di Suzail da parte degli orchi, andava in giro per la città nascosta in una corazza pesante, armata di una bandoliera piena di pergamene ed un paio di bacchette.
  • Ha composto due odi fortemente legate al Cormyr: una dedicata agli eroi di Suzail, l'altra alle origini del regno.
  • Ha edificato un teatro privato.

Dicono di Lei...[modifica sorgente]

  • Adoro questa donna: mi ha aperto ancor di più il mio modo di pensare e fatto conoscere modi di fare che non pensavo di avere. - Evan Greenfox
  • Ancora mi domando se fosse la manifestazione di una ninfa o la proiezione di uno spirito dell'acqua. So solo che in quella giornata piovosa a Waterdeep vidi il più bello degli splendori ed il suo nome era Lat Nam. Camthil Rev'thine

Racconti dal forum Gdr[modifica sorgente]

Contatti[modifica sorgente]