Laya Celiòn

Da Faerun's Legends.

Descrizione Fisica e Caratteriale[modifica sorgente]

Umana diciasettenne assennata, alta sui 163 cm, bruna, capelli lunghi un pò mossi. Di particolare speccatolo i suoi occhi verde acceso con pagliuzze dorate. Abituata a sotterfugi ed inganni delle terre in cui è nata e cresciuta, può sembrare una sprovveduta, ma non lo è. Dolce e gentile con chi se lo merita, sa comunque portare rancore se necessario, soprattutto se sono fatti dei torti a lei o a qualche suo caro. Non troppo vanesia, non disdegna comunque i complimenti che le vengono fatti, anche se generalmente cerca di vedere oltre le apparenze nelle persone. Piccola, ma agile come un gatto, preferisce usare la testa che la violenza per risolvere le situazioni. Non è un tipo particolarmente religioso, l'unica ad attirare la sua fede è Tymora, in quanto, volenti o nolenti, tutti almeno una volta nella vita fanno ricorso alla Signora Fortuna. Col tempo diventa molto più schiva e riservata, sempre composta, pare non abbia dimostrazioni di grandi emozioni, per lo meno in pubblico, un pò complice l'ambiente difficile che ha scelto in cui vivere, un pò per varie esperienze vissute, purtroppo si può dire non ci sia nessuno che sappia veramente tutto di lei e soprattutto cosa le frulli per la testa.

Storia[modifica sorgente]

Nata il settimo giorno del mese di Kythorn dell'anno 1360 in un paesetto di porto a pochi giorni da Westgate, sulla Costa del Drago, cittadina di passaggio dei mercanti. La madre era una donna che ha sempre lavorato sodo per non farle mancare nulla, il padre salpò su una grande nave che avevo solo quattro anni... e non fece più ritorno. Da piccola si divertiva a credere che fosse diventato un pirata e non potesse tornare perchè altrimenti lo avrebbero arrestato, ma una volta cresciuta sapeva che probabilmente era morto oppure si fosse rifatto una famiglia altrove. Forse per la mancanza di una figura maschile, crescendo ha messo su un caratterino piuttosto ribelle, facendo impazzire quella buon'anima della madre. Quando non serviva ai tavoli di taverna, sviluppò un innato interesse al "mondo dei bassi fondi". Forse per incoscienza, forse per noia, forse perchè se c'è una cosa che impari in certi posti per sopravvivere è "fà agli altri ciò che loro vorrebbero fare a te, però faglielo prima!" con un paio di amici di infanzia, uno dei quali considerava come un fratello, Kail, si divertiva in piccoli furtarelli, oppure a sbrigare qualche "favore" per dei mercanti, grazie alla sua predisposizione a carpire gli altrui segreti. Un inverno, il dannato inverno dell'anno 1376, particolarmente freddo ci fu un'epidemia in città. Molte persone si ammalarono di una tosse persistente con improvvise ondate di farebbe altissima. Sua madre era tra quelli. La primavera dopo averla sepolta sul colle che domina la cittadina ed il porto, lasciò la Costa del Drago seguendo una carovana di mercanti, sentendo ormai quelle terre terribilmente strette. Salutò Kail, con la promessa di rivedersi un giorno.

Approdata sulla Costa della Spada, conosce Aiwaz, guardia di Zhentil Keep. I due passano momenti meravigliosi assieme, fino a decidere di sposarsi. Laya dunque si trasferisce nella Nera Città diventandone una cittadina a tutti gli effetti. Purtroppo le cose col cavaliere non vanno per il meglio, facendo decidere Laya di lasciare la loro casa. Legata ormai alla Nera Città, decide comunque di non lasciarla. Al momento la si vede spesso per Suzail o al Gate "senza fissa dimora ed in cerca di lavoro". Non dice mai a nessuno dove abiti in realtà, nè tanto meno cosa faccia. Dopo aver chiuso definitivamente la sua parte di vita a fianco del cavaliere, si sente libera di parlare del suo nuovo compagno, Darken, restando comunque molto riservata.

Dopo un'avvicendarsi di fatti che la segnano nel profondo, decide di tagliare con quello che era stato fin'ora il suo passato ed il suo presente. Da molte lune nessuno la vede più...

Curiosità[modifica sorgente]

  • Adora i tatuaggi, difatti nè ha uno sulla schiena, una rosa che parte dalla base del collo col gambo che le scende tra le scapole lungo la colonna vertebrale, leggermente stilizzata con eleganti intrecci. Per ovvie ragioni, in pochi lo hanno visto.
  • Non ama alla follia gli elfi, li trova snob.
  • Celiòn è il cognome della madre.

Gesta[modifica sorgente]

  • Nel mese di Alturiak 1378 riceve dal vicegovernatore di Zhentil Kepp l'incarico di gestire Lo scrigno della Signora, assieme a Nei.

Non tutti sanno che...[modifica sorgente]

Dicono di Lei...[modifica sorgente]

  • è Cambiata, o forse sono stati altri a farla cambiare, ciònonostante è rimasta lo splendore dei tempi ormai andati. - Aiwaz
  • far ridere lei è come ... come ... nemmeno una testata ai gioiellini di un elfo l'ha fatta ridere! INSOMMA!!! grrrr Wyatt
  • E' una ragazza sveglia, vitale.Mi sto affezionando molto a lei.Ha scelto una città difficile in cui vivere, spero che abbia più forza di me.Cercherò di starle vicina come posso.Mia Sweetheart
  • Mi sono trovato subito bene con lei, molto affabile e gentile, per quel che la conosco sembra una donna di buon cuore, ma non per questo ingenua ne tanto meno stupida, e ogni volta incontrarla è un piacere. - Randir
  • *sospira sorridente* - Darken
  • Quando ho avuto bisogno d'aiuto lei era lì accanto a me e niente la costringeva ad aiutarmi.. è una persona davvero buona e anche se per adesso non la conosco molto bene, sono sicura avrò tutto il tempo per farlo. Anche perchè..mi stà proprio simpatica!sisi *annuisce più volte* -Lanè Elfriendar

Contatti[modifica sorgente]

ICQ: 60724106
MSN: incantatricedelleombre@hotmail.it
SKYPE nyssa82