Lolth

Da Faerun's Legends.
(Reindirizzamento da Lloth)
lolth.jpg
divinita_Lolth.gif
Allineamenti dei chierici
LB NB CB
LN NN CN
LM NM CM


Soprannomi: La Regina dei Ragni, la Regina delle Fosse delle Ragnatele Demoniache
Livello: Maggiore
Allineamento: Caotico Malvagio
Sfere di Influenza: Ragni, male, oscurità, caos, assassini, drow
Domini: Caos, Distruzione, Drow, Inganno, Male, Oscurità, Ragni.
Arma Preferita: Ragno (pugnale)

Descrizione[modifica sorgente]

Lolth è una dea spietata e capricciosa, da molti giudicata pazza per la sua tendenza a porre i suoi fedeli l’uno contro l’altro. La sua indole è crudele, e manifesta la sua malvagità nel trattare gli altri. In combattimento sa essere fredda e crudele, e la sua ambizione mira al potere delle divinità che vengono venerate dalle razze di superficie. E’ capace anche di essere gentile e aiutare chi entra nelle sue grazie, ma gode della morte, della devastazione e della tortura di chiunque, principalmente di quei fedele che le sono poco graditi. La chiesa di di Lolth sostiene la superiorità della Regina dei Ragni su qualsiasi altro essere, ed è la responsabile per tutti i racconti sulla malvagità dei drow, e per il timore che gli elfi di superficie hanno nei suoi confronti. Anche i chierici maggiormente devoti alla Regina dei Ragni la temono e la odiano, ma la venerano per il potere che essa fornisce loro. I suoi chierici controllano le casate nobiliari nella maggior parte delle città, ottenendo così controllo anche sulle città stesse. All’interno della loro società i chierici si comportano da padroni, forze di polizia, giudici ed esecutori. Attraverso i loro atti, scaturiti dal capriccio e dalla crudeltà, servono a tenere in pugno la cittadinanza alimentando la paura e l’odio verso gli stranieri.
I chierici di Lolth sono sempre di sesso femminile, e sono soliti pregare la dea per ottenere i loro incantesimi dopo essersi svegliati dalla trance o prima di entrarvi. Mensilmente tali chierici sacrificano alla dea alcuni elfi di superficie, preferibilmente scegliendo le notti di luna piena, così da offendere Sehanine Moonbow, facente parte del pantheon elfico. Le rimanenti cerimonie private del culto avvengono a porte chiuse, in stanze oscure e in assenza di maschi, che sono invece ammessi alle cerimonie pubbliche. Un rituale piuttosto comune è l’evocazione di un yochlol (un servitore demoniaco che può assumere uno stato amorfo, prendendo la forma di ragno o di elfo), con lo scopo di utilizzarlo per fornire informazioni o aiuti materiali.
I chierici di Lolth spesso diventano multiclasse: guerrieri o stregoni. La classe chierico è la classe preferita dei chierici drow.

Storia[modifica sorgente]

Un tempo Lolth si chiamava Araushnee, ed era la consorte di Corellon Larethian, al quale diede due figli: Eilistraee e Vhaeraun. Ma tradì il suo sposo, tentò di invadere Arvandor servendosi di un esercito di spiriti malvagi, e venne infine ricacciata nell’Abisso sottoforma di un demone-ragno. Lolth è la dominatrice assoluta del pantheon drow, ed ha come alleati Loviatar e Malar. Tra i suoi nemici vi sono i Seldarine (il pantheon elfico), Ghaunadaur, Eilistraee, le divinità del Sottosuolo che non vengono venerate dai drow e Gruumsh.

Dogmi[modifica sorgente]

La paura è una forza potente come l’acciaio, a differenza dell’amore e del rispetto che sono sentimenti deboli e inutili. Qualunque drow miscredente deve essere convertito oppure distrutto. I deboli e i ribelli vanno eliminati. Annienta chiunque osi sfidare la tua fede. Sacrifica i maschi, gli schiavi, e gli appartenenti alle altre razze che ignorano la volontà di Lolth. Cresci la progenie secondo gli insegnamenti della dea, nel timore e nella devozione. Ogni famiglia dovrebbe dar vita ad almeno un chierico che si ponga al suo servizio. Mettere in discussione le motivazioni o la saggezza di Lolth è una grave colpa, così come lo è aiutare le altre razze ad operare contro i drow, o ignorare il volere della dea per amore. Venera gli aracnidi di qualsiasi tipo: chi uccide o maltratta un ragno merita la morte.

Templi e Santuari[modifica sorgente]