Mare delle Stelle Cadute

Da Faerun's Legends.

Panoramica Generale[modifica sorgente]

E’ il grande mare interno del Faerun, sono innumerevoli le terre che si affacciano sulle sue sponde, un insieme intricato di baie, golfi e miglia interminabili di costa.
Questo mare è talmente articolato che può essere diviso almeno in tre distinti “rami”:
1- Il suo cuore principale, in pratica la parte centro occidentale, dalle Isole dei pirati al Cormyr;
2- Quel lungo braccio che è il Golfo del Vilhon;
3- Tutta la sua parte orientale che comincia con la penisola dell’Aglarond fino alle lontane baie di Mulhorand e Unther.
Il clima è altrettanto vario, dal temperato del nord al caldo umido di tutta la parte sud-orientale.
Come detto, le terre bagnate da questo mare sono moltissime e diverse tra loro ma tutte si affidano in qualche modo alle sue acque per portare avanti i propri scambi commerciali.

Tutta la zona occidentale contiene luoghi più "classici". Cormyr, Sembia, Costa del Drago, Vast, Impiltur, Valli. Di queste, quelle che offrono le migliori opportunità per le avventure piratesche sono certamente Sembia e Costa del Drago. La prima è certamente il più importante regno mercantile di tutto il mare, superiore anche al Turmish. Qui è l’oro a fare il brutto e il cattivo tempo. Così sono proprio le navi sembiane ad essere le prede più ambite ma anche le meglio difese. Facile che i mercanti sembiani più corrotti possano essere finanziatori di capitani senza scrupoli.

La Costa del Drago invece è nata come mini-setting di pirati, in particolare la città di Westgate viene presentata come il covo dei traffici più illeciti della parte occidentale del mare. E’ l’ideale come fulcro per le avventure, un perfetto luogo dove acquisire informazioni e uomini e smerciare eventuali carichi scottanti.

Restando in questa parte del mare, per questa idea di “classica” campagna di pirati, meritano una segnalazione anche altre città. Mersember è certamente la città Cormyriana più interessante, così cupa, sporca e percorsa da canali dai quali ogni notte è meglio stare lontani. Nella regione del Vast ci sono Raven’s Bluff, un paradiso di avventurieri, un luogo dove è facile allacciare contatti oppure scomparire e Calaunt, covo di vipere, assassini, mercenari e magia nera.

All’interno del Golfo di Vilhon invece due luoghi molto esotici si prestano ad innumerevoli trame intricate e pericolose, l’Hlondeth, la famosa città dei serpenti, abitata da umani e yuan-ti e la meno famosa Surk, regno degli uomini lucertola. E’ chiaro che spostandosi più a est il sapore e l’atmosfera cambiano, come tra Mulhorand e Unther.

Il Mare delle Stelle Cadute offre innumerevoli opportunità, e si narra che nasconda il leggendario tesoro di Immurk...

Manuali consigliati[modifica sorgente]

  • Pirates of Fallen Stars
  • Sea of Fallen Stars