Rillifane Rallathil

Da Faerun's Legends.

Rillifane Rallathil‎‎ era‎‎ ‎‎ ‎‎una ‎divinità ‎‎della‎‎ ‎‎Seldarine‎‎ che supervisionava boschi, ‎‎elfi ‎‎selvatici, ‎‎druidi‎‎ e natura. ‎ Gli ‎‎elfi Yuir‎‎ adoravano un ‎‎gigantesco treant‎‎ ‎‎chiamato Relkath dei Rami Infiniti,‎‎ si suppone che sia un aspetto di Rillifane Rallathil.

Allineamenti dei chierici
LB NB CB
LN NN CN
LM NM CM
  • Titoli: Il Signore delle Foglie
  • Livello: Divinita' Intermedia
  • Allineamento: Caotico Buono
  • Domini: Bene, Protezione, Caos, Vegetale, Elfi.
  • Aree di Influenza: Boschi, natura, elfi selvaggi, druidi
  • Arma Preferita: “Bastone di Quercia” (bastone ferrato)




Descrizione[modifica sorgente]

Rillifane Rallathil (rill-ih-fane rall-uh-thihl) è silenzioso, riflessivo e resiste ai contro invariati. È il meno volubile di tutti i Seldarine , il meno propenso ad agire per capriccio, e spesso grave ed egocentrico. Il Leaflord è protettore dei boschi e custode dell'armonia della natura. È spesso paragonato dai suoi chierici a una quercia gigante, così grande che le sue radici si mescolano alle radici di ogni altra pianta del mondo, che si trova nel cuore di Arvandor. Il grande albero attira in sé tutto il flusso e il riflusso delle stagioni e vive nei boschi degli elfi verdi. Allo stesso tempo, difende e sostiene quelle terre contro malattie, predazioni e aggressioni di ogni tipo. Il Signore delle Foglie è il patrono degli elfi dei boschi (e in misura molto minore degli elfi selvaggi).

Clero e templi[modifica sorgente]

La chiesa del Signore delle Foglie generalmente si tiene per sé, estendendosi solo per aiutare gli altri elfi e altri esseri silvestri. La gerarchia ecclesiastica è organizzata a livello regionale e divisa in rami, poiché ogni tipo di chierico svolge un ruolo specifico. I druidi che compongono la maggior parte del clero di Rillifane si prendono cura della salute delle foreste e di coloro che vi abitano, contestando ferocemente qualsiasi tentativo di ridurre ulteriormente quelle foreste rimaste. Molti chierici servono come ambasciatori della fede, lavorando al di fuori delle comunità degli elfi dei boschi per istruire altre razze e persino altre sottorazze elfiche su come vivere meglio in armonia con la natura. In tempo di guerra, tuttavia, i leader di ogni regione uniscono i rami della fede e i guerrieri elfi dei boschi in un'unica forza. I chierici di Rillifane sono nemici mortali di coloro che cacciano per sport o di coloro che danneggiano gli alberi maliziosamente o inutilmente. In particolare, tutti i chierici di Rillifane nutrono un grande odio per i chierici di Malar, dal momento che i seguaci del Signore delle Bestie spesso fanno degli elfi l'oggetto delle loro cacce e il loro ethos è un anatema per coloro che servono il Signore delle Foglie. Il clero di Rillifane è incaricato di estirpare e distruggere piante senzienti la cui natura è stata distorta da forze esterne in una perversione distorta della natura.

Chierici e druidi di Rillifane pregano per i loro incantesimi all'alba, quando i primi raggi del sole vivificante spuntano all'orizzonte. I fedeli di Rillifane si riuniscono due volte all'anno agli equinozi per tenere danze fatate in grandi boschetti di querce nel cuore di grandi foreste. La gemmazione è una gioiosa celebrazione di una nuova vita celebrata attraverso la danza e il canto e preceduta da un lungo periodo di digiuno. In questo giorno viene intrapresa una caccia rituale a un antico e nobile cervo, da cui la selvaggina serve a rompere il digiuno dei fedeli del Signore delle Foglie. Questo rituale onora la generosità di Rillifane e ricorda ai suoi seguaci il ciclo naturale della vita che si svolge sotto i rami del Signore delle Foglie. La trasformazione segna l'arrivo dell'autunno e le tonalità vibranti che adornano i baldacchini del Leaflord in questo periodo. Gli elfi dei boschi e gli elfi di altre sottorazze che cercano una forma di rinascita spirituale o un cambiamento importante nelle loro vite si riuniscono per celebrare l'eterna promessa di Rillifane che gli alberi fioriranno di nuovo e che la vita è un processo di continuo rinnovamento. Molti chierici e druidi diventano multiclasse come ranger.

Storia[modifica sorgente]

Rillifane è una divinità molto antica e alcuni dicono che sia più vecchia persino di Labelas Enoreth , perché il grande albero continuerebbe la sua vita all'infinito senza la necessità di una morte finale. È in buoni rapporti con tutti i Seldarine , così come con la maggior parte delle divinità silvestri e fatate. I suoi nemici includono Malar , Talos e gli dei malvagi drow. Quando i ‎‎Sy'Tel'Quessir si‎‎ stabilirono nello ‎‎Yuirwood,‎‎i Seldarine si fusero con gli antichi dei degli Yuir, assumendoli come aspetti. Magnar l'Orso e Relkath dei Rami Infiniti divennero parte del Signore delle Foglie. Come risultato di questi cambiamenti, nel corso dei secoli successivi, il Selvaggio diventò ancora una volta più primordiale nello spirito. ‎

Dogma[modifica sorgente]

La Grande Quercia trae energia da tutte le creature viventi del mondo e le nutre, le sostiene e le protegge dalle minacce esterne. Vivi in ​​armonia con il mondo naturale, dando a ogni essere vivente l'opportunità di servire il suo scopo naturale nella vita. In qualità di innumerevoli rami del Leaflord, i suoi fedeli devono servire come suoi agenti mortali nel mondo naturale. Difendi le grandi foreste da coloro che vorrebbero devastare le loro ricchezze, lasciando solo distruzione sul loro cammino. Contestare sia la morte rapida che quella lenta della generosità di Rillifane e resistere come le grandi querce di fronte a coloro che possono vedere solo i propri bisogni immediati.