Roghar

Da Faerun's Legends.



"tJ4B6fvc3.jpg"
[1]



Descrizione Fisica[modifica sorgente]

Roghar e' brutto come pochi, capelli castani con una lunga treccia che arriva a mezza schiena, sopracciglia foltissime naso largo e stretto, alcune cicatrici sul volto, per via di medicazioni sbagliate riporta anche diverse ustioni. Alto poco piu di due metri, occhi marroni un fisico possente e muscoloso. Analfabeta e ignorante. Carnagione bruna con delle voglie vistose sulle braccia e sul petto(questa ricorda vagamente l'alce), ma nascoste quasi dai peli. dimostra circa 20 anni


Storia[modifica sorgente]

Roghar nasce a nord del damara vicino i grandi ghiacciai, in un piccolo bosco ; suoi genitori naturali non li conobbe, la donna che lo partori' decise di tenerlo in grembo e quando venne alla luce Roghar, lo abbandono' nel bosco dove il suo pianto venne udito dal futuro uomo che lo crebbe. La casa dove vissero era la fitta vegetazione ed il loro giaciglio la terra fredda del nord, gli venne insegnato per quanto potesse apprendere vista la sua bassa attenzione, la devozione al padre delle battaglie, Uthgar.. e appena seppe tenere in mano un'ascia gli venne insegnato a cacciare e procurarsi cibo ma a lungo andare preferi' destreggiarsi con la falce durante le sua arte venatoria.. Roghar amava andare a caccia e frantumare tutto cio' che si trovava davanti ad ostacolarlo, rideva come un ebete sia prima che dopo aver ucciso un animale o una creatura pericolosa senza prendere in considerazione il pericolo che aveva di fronte. Appena fu abbastanza grande da capire (per quanto potesse) , il suo mentore gli racconto' di una visione mentre erano accampati come quasi ogni sera davanti al fuoco, di esseri di ogni razza appartenenti ad ogni tribù di uthgar che varcarono il sentiero del vento alla ricerca di proseliti di auril ritenuta colpevole per aver allontanato la tribu' dell'alce dalla sua fede; lo sciamano aveva predetto dai sassi che ci sarebbe stata una grande vittoria. Purtroppo quella visione era sbagliata, lo sciamano non riusci' a riunire nessuna tribu (in quella visione che ha avuto credeva di essere lui quello che li avrebbe convocati), e nutriva una speranza in roghar che forse poteva essere lui quello che avrebbe potuto riconciliare tutti . Lo sciamano giocando ancora con quelle pietruzze vedeva la vittoria in mano al popolo di uthgar. Cosi Roghar prese l'iniziativa di dirigersi verso sud alla ricerca di altri alleati sul faerun, credendo che la visione dello sciamano fosse vera, lui avrebbe riunito ogni tribu'di uthgar per poi tornare sui ghiacciai a combatterla con un esercito portandoli alla vittoria.


Curiosità[modifica sorgente]

Gesta[modifica sorgente]

Non tutti sanno che...[modifica sorgente]

Dicono di Lui...[modifica sorgente]

  • Uno dei guerrieri Uthgar più scemi e folli che io ho mai incontrato. Blatera di uccidere Auril, ma io dico morirà giovane. E' capitato, e forse capiterà ancora di combattere assieme, ma se va in bocca alla morte come uno sciocco, che venga masticato. Samandra

Racconti dal forum Gdr[modifica sorgente]

http://faerunslegends.forumcommunity.net/?t=59621287&saved

Contatti[modifica sorgente]