Wolfgang d'Arabel

Da Faerun's Legends.
Wolfgang d'Arabel


Descrizione Fisica[modifica sorgente]

Wolfgang presenta i tratti illuskan decisamente marcati. Sui 30 anni circa. A prima vista, data la sua imponenza fisica e la mancanza di tatto, sembra un veterano particolarmente minaccioso. Non è raro tuttavia trovarlo sorridente e gioviale. Dai modi spesso rozzi, anche quando bonari.

Storia[modifica sorgente]

Nasce da Hjorin nel pozzo Sacro di Beorunna nella tribù utghardt del Leone Nero, dove, in quanto maschio, la famiglia lo educa fin dalla tenerà eta alla battaglia e alla fede triadica. Si distingue nei riti sacri come Bersh Kaar della tribù. Appena a 12 anni affianca come guida per la zona un gruppo di Manti Grigi di Neverwinter conducendoli ad una tana orchesca ed entrando in contatto con i primi militi "civilizzati". Vista la buona paga e trovando la tribù in un momento di pace e con pochi terreni da coltivare decide, barando sulla sua età, di arruolarsi. Compiuti diciotto inverni alcune vicissitudini con le Tigri Rosse lo portano a partire poi da Neverwinter insieme a ad un paladino cadetto di Torm, suo amico e commilitone. In tutto e per tutto coglie la cerca sacra dell'uomo per diventare paladino per intraprendere con lui un lungo viaggio verso il sud. Dopo pochi mesi arrivano di passaggio nella zona di Westgate dove con una scusa i due vengono arrestati e consegnati alla compagnia del Pollice Verso. Il paladino cadetto trova presto la morte in arena in uno scontro particolarmente truculento ma Wolfgang scontro dopo scontro riesce a sopravvivere spesso cedendo ad una furia ancestrale particolarmente sanguinaria nei confronti dei nemici. Si guadagna così la fama di "Demone della Fossa", venendo spesso utilizzato come principale attrazione contro avversari meno abili di lui ma maggiori in numero. Dopo due anni di schiavitù in cui sopravvive agli scontri i gladiatori gli offrono l'affranco: entrare a tutti gli effetti a far parte della compagnia del Pollice Verso. Wolfgang rifiuta; chiede come paga di poter recuperare i resti ormai malridotti del paladino dalla fossa comune e caricandoseli in spalla riprende il suo viaggio. Ormai smarrito e senza fede nutre troppa vergogna per poter tornare nel Leone Nero e decide di cercare le Piume Rosse per proporsi come mercenario. La sua prima tappa tuttavia è il Cormyr, dove nella città di Arabel si presenta al tempio di Torm per riconsegnare i resti del commilitoni e informarli dell'accaduto. I sacerdoti ascoltano e una volta sentita tutta la storia decidono con una scusa di prenderlo di servizio al tempio della Furia Leale tenendolo come stalliere e talvolta per addestrare i giovani cadetti. In questa permanenza riscopre la sua fede e dopo un lungo rito di espiazione viene ribattezzato a Torm come "Wolfgang rinato a d'Arabel", tuttavia la sua indole troppo impulsiva non lo rende un valido candidato per il paladinato, ma ormai troppo devoto per poter semplicemente vendere la lama al miglior offerente. I Tormiti allora intercedono per lui con i Draghi Purpurei facendolo arruolare; dopo un breve servizio vista la sua esperienza in milizia e una buona capacità persuasiva viene nominato ufficiale reclutatore e mandato di stanza a Suzail. Lì si distingue nella seconda Guerra contro gli orchi dove la sua esperienza al nord contro le creature goblinoidi lo porta a capitanare cadetti e reclute del Settantatresimo plotone guadagnandosi sul campo il grado di Prima Lama. A guerra finita il suo grado viene speso come maestro d'armi e viene mandato di stanza a Hullack dove segue personalmente la formazione dei Draghi Purpurei della zona, trovandosi abbastanza suo agio con i loro modi particolarmente pratici e talvolta rozzi. Quando finisce il servizio ritorna a Suzail e sotto richiesta del Leonar Reclef Sheezar prende il grado di Capitano del 7imo plotone Zanna di Drago, una milizia scelta dagli scopi tuttavia segreti ai più. Addestratore del 7imo plotone ad oggi Wolfgang opera spesso fuori dal Regno del Cormyr, affiancando i soldati o gruppi di avventurieri buoni in imprese particolarmente rischiose per cui la Corona nutre un interesse di fondo.

Gesta d'Ambientazione[modifica sorgente]

Gesta[modifica sorgente]

  • Si distingue nel capitanare le truppe di cadetti nella Seconda Guerra contro gli Orchi nei Picchi della Viverna.

Non tutti sanno che[modifica sorgente]

  • A Westgate è ancora noto come il "Demone della Fossa": un gladiatore sanguinario conosciuto per fare scempio dei cadaveri dei nemici. Una fama che Wolfgang cerca di rifiutare.
  • Brandisce uno spadone consacrato in oro chiamato "Hoffjolnir", in dialetto Illuskan "Lama della Speranza". La lama che consegnerà a suo figlio quando sarà in grado di brandirla.

Curiosità[modifica sorgente]

  • Quando perde il controllo sul campo di battaglia è spesso incapace nel distinguere amici dai nemici. Fanno eccezione gli uomini che conosce davvero bene o chi porta simboli triadici in vista.

Dicono di lui...[modifica sorgente]

  • Ho incontrato molti guerrieri coriacei nella mia vita e lui rientra sicuramente tra i cinque più forti mai visti ma non è questo che mi piace di questo colosso...E' il rispetto verso la Triade e la sua fede. Può migliorare e, possano gli dei essermi testimoni, guiderò la furia di quest'uomo verso il più sacro degli obbiettivi. - Rei Ziel

Contatti[modifica sorgente]